Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
CHIUDI
PREVENTIVO
REGISTRAZIONE
HOMEPAGE
OFFERTE SPECIALI
CHI SIAMO
CATALOGHI
ASSICURAZIONI
ZAPPING
ASSISTENZA
Info Utili
DESTINAZIONI
A 2000 km ad est dell'Australia, dalle acque incontaminate dell'Oceano Pacifico, emergono le due splendide isole principali, che formano la Nuova Zelanda: l'isola del Nord e l'isola del Sud, oltre a numerose isole più piccole. Luogo di incontro privilegiato tra la cultura europea e la cultura polinesiana, questa terra offre un panorama naturale così ricco di contrasti da renderlo un vero paradiso per chi desidera una vacanza appagante e varia. Dalle acque cristalline delle spiagge alle terre selvagge dell'interno, dalle profondità pescose dell'oceano alle ascensioni lungo le cascate di ghiaccio, dagli immensi spazi verdi alle pendici dei vulcani attivi, New Zealand soddisfa le esigenze sia di coloro che vogliono godere dei sui incanti naturali sia di chi vuole praticate attività sportive in un ambiente veramente unico. Il Paese offre zone termali, a seguito delle attività vulcaniche, sull'isola del nord e ghiacciai, laghi turchesi e magnifici fiordi sull'isola del sud. Favoriti da un clima mite, gli hotel sorgono quasi tutti nel pieno rispetto della natura: bungalow in legno, hotel di charme e strutture moderne nelle principali città. Offrono comfort di ogni tipo e la vacanza acquista ogni volta il sapore di una avventura romantica. Grazie al suo isolamento territoriale ha sviluppato una biodivesità, che ha dato luogo ad una fauna e flora unica. La popolazione indigena Maori la chiamò Aotearoa, comunemente tradotto come "la terra della lunga nuvola bianca". I Polinesiani si insediarono sul territorio nel 1250- 1300 a.C. e gli europei arrivarono nel 1642 d.C. Nel 1840, dopo un accordo con la popolazione Maori, la Nuova Zelanda divenne una colonia britannica e dal 1847 fu annessa al Commonwealth. I Maori svilupparono distinte tradizioni basate sulla cultura polinesiana, con un'organizzazione sociale suddivisa tra comunità familiari e tribù. I britannici importarono la propria cultura e introdussero il Cristianesimo, ma ciò nonostante i Maori hanno conservato una parte vitale della loro identità, che si manifesta anche tramite l'artigianato locale e la danza. Il popolo neozelandese ama praticare molti sport e si distingue a livello internazionale per la pratica del rugby e della vela.
Lingua: inglese e maori (entrambe lingue ufficiali)
Formalità di ingresso: I cittadini di nazionalità italiana, così come i viaggiatori di altri paesi, non necessitano del visto d'ingresso per soggiorni a scopo di turismo inferiori ai tre mesi. All'arrivo occorre esibire la seguente documentazione: passaporto con una validità di tre mesi al momento della partenza dalla Nuova Zelanda, il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio, una polizza di assicurazione sanitaria privata valida per tutta la durata del soggiorno e una somma di denaro sufficiente per il periodo di soggiorno (si calcolano 1000 dollari neozelandesi a persona, al mese, o frazione di mese; questa cifra può essere in contanti, travellers' cheques o su carta di credito Visa/Mastercard).
Moneta e forme di pagamento: la valuta locale è il Dollaro Neozelandese con un valore indicativo di circa 0.54 euro. Le principali carte di credito internazionali sono generalmente accettate.
Elettricità: la maggioranza degli impianti funziona con una corrente alternata a 240 V AC, 50 Hz
Cucina: La Nuova Zelanda offre una cucina quanto mai varia e influenzata da numerosi fattori. Infatti elementi tipici della cultura maori si sono con il tempo fusi con la tradizione anglosassone, quella asiatica e quella europea, dando vita ad una cucina dai mille sapori. Nel paese, grazie ai numerosi kmq di allevamenti, si trovano infatti sia dell'ottima carne (la migliore è quella bovina e l'agnello), che viene preparata generalmente arrosto, gustosa selvaggina e, grazie alle presenza delle coste, di una grande varietà di pesce (ottimo quello affumicato), crostacei e frutti di mare. Un tipico piatto nazionale è rappresentato dall'hangi, un misto di pesce, carne e verdure cotte al forno.
Sanità: La struttura sanitaria è abbastanza soddisfacente. Consigliamo di stipulare un'assicurazione sanitaria che copra gli eventuali costi delle spese mediche e del rimpatrio. Nessuna vaccinazione obbligatoria.
Telefoni: per chiamare l’Italia si deve comporre lo 0039+ prefisso della città + il numero telefonico. Se vengono effettuate telefonate intercontinentali, si consiglia di acquistare un scheda pre-pagata internazionale.
Clima: Il clima della Nuova Zelanda ne riflette sia la posizione geografica che la topografia. Temperato dalla latitudine e dalla vicinanza dell'Oceano, esso non conosce né il caldo soffocante né il freddo troppo rigido. Il clima in Nuova Zelanda muta con frequenza e rapidamente. Non è raro che una giornata piovosa lasci il posto ad un cielo soleggiato o a fortissimi venti. Il clima marittimo fa sì che il vento soffi con grande frequenza, soprattutto da ovest. La dorsale montuosa del paese, specialmente nell'Isola del Sud, crea condizioni climatiche nettamente diverse sugli opposti versanti. La costa occidentale dell'Isola del Sud è tra le regioni più piovose del mondo, mentre le coste orientali sono assai più asciutte. Le stagioni sono all'opposto di quelle dell'emisfero Nord. Il mese più caldo è gennaio, con temperature massime che vanno in media dai 26ºC dell'estremo nord ai 19ºC dell'estremo sud. Luglio è il mese più freddo, con temperature che durante il giorno variano dai 15ºC ai 10ºC. Nel complesso il paese riceve abbondanti piogge, anche se le precipitazioni medie annue variano sensibilmente dai 380mm delle zone più secche fino a più di 6.000mm. La neve cade solo occasionalmente nelle zone non montuose e permane di rado per più di un giorno o due alle quote basse. Nella parte settentrionale dell'Isola del Nord la neve è del tutto sconosciuta.
Fuso orario:12 ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich
Abbigliamento: leggero ed informale, si consigliano abiti comodi e sportivi durante le escursioni e le visite naturalistiche. Nelle città e nei luoghi di villeggiatura può essere necessario in alcune occasioni un abbigliamento più formale. In inverno è sufficiente una giacca pesante. Da non trascurare l’aria condizionata degli alberghi, ristoranti e pullman ed è preferibile avere sempre con sé un golfino. Da non dimenticare scarpe comode, cappello, occhiali da sole e protezione solare per i soggiorni balneari.
Mance: sono d’uso comune sia nei ristoranti che in favore di guide turistiche ed autisti.